martedì 23 ottobre 2012

TN Andrea Doria...



Simbolo di crescita economica e dell'inconfondibile stile raffinato del nostro Paese, l'Andrea Doria è stato il più famoso transatlantico italiano...Unico per il suo profilo e livrea, rinomato per il servizio impeccabile a bordo, per l'eleganza degli arredi interni e per le attrezzature balneari uniche al mondo che comprendevano, infatti, tre piscine, una per ogni classe, lasciando ai passeggeri il ricordo di una traversata atlantica meravigliosa.


L'Andrea Doria è stata una nave prestigiosa, ambasciatrice del made in italy, in servizio sulla rotta Genova-New York e considerata ancora oggi la nave italiana più bella al mondo.
Non parliamo quindi di un normale transatlantico, ma di un icona di eleganza e innovazione che ha dominato i mari negli anni 50'.
L'Andrea Doria fu impostato il 9 febbraio 1950 presso i cantieri Ansaldo di Genova per la compagnia Italia Di Navigazione, e varata il 16 giugno 1951. Fu battezzato da Giuseppina Saragat, moglie dell'ex ministro della Marina mercantile e successivamente presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat. Ma durante le prime prive in mare alcuni problemi riscontrati alle macchine ne ritardarono il viaggio inaugurale che fu spostato dal 14 dicembre al 14 gennaio 1953.



Essendo pieno inverno il primo viaggio dell'Andrea Doria non filò liscio a causa di tempeste e mare agitato durante tutta la traversata, che comportò diversi disagi e ritardi. Ma nonostante tutto la nave giunse a destinazione nei 9 giorni prestabiliti e nei viaggi successivi riuscì a raccogliere il meritato consenso sia in Italia, sia negli USA, divenendo di li a poco il transatlantico più famoso dell'epoca.




L'Andrea Doria nei suoi successivi viaggi, fu molto apprezzato per la puntualità, stabilità e sicurezza... Viaggiava sempre a pieno carico e i biglietti erano praticamente introvabili...essi infatti andavano a ruba soprattutto tra l'alta società europea che ambiva a viaggiare a bordo della bellissima ed elegantissima "nave italiana".


Ogni dettaglio dell'Andrea Doria non era un semplice dettaglio....
Tutto era studiato e curato nei minimi particolari tra un mix di modernità, decò, classico e vere e proprie opere d'arte che resero gli ambienti di questa nave uno spettacolo agli occhi dei passeggeri.



Furono molti gli architetti e gli artisti, tra i più grandi d'Italia e del mondo, a progettare gli interni dell'Andrea Doria, tra i quali ricordiamo Lucio Fontana e Salvatore Fiume. Furono questi ultimi infatti a realizzare il famoso "La Leggenda Italiana", un pannello lungo 48 metri che decorava il raffinato salone delle feste di prima classe.




Le pareti erano tutte intarsiate su radice di mirto con bassorilievi e marmi pregiati, le poltrone tutte in velluto e la grande statua dell'ammiraglio Andrea Doria in bronzo proteggeva il ristorante e il salone di prima classe. Le suite invece erano decorate in stili diversi da cima a fondo come per esempio la "Zodiaco", una cabina super lusso con segni zodiacali in lamina d'oro che ricoprivano le pareti e il pavimento. Anche la classe turistica e la classe cabina disponevano di ampie stanze e spazi comuni arredati con gusto e raffinatezza e disponevano di tutti i comfort necessari a rendere piacevole il viaggio.





Ma la ciliegina sulla torta che rese questo transatlantico unico furono i lidi , uno per ogni classe, con piscine di acqua salata e ampi solarium che resero la traversata una vera e propria vacanza...
Tutti quindi potevano permettersi relax e tintarella, dal più ricco al più povero, avendo a disposizione comodissime sdraio e un posto al sole assicurato, soprattutto durante la stagione estiva...e il viaggio dell'Andrea Doria diventava sempre più una crociera.


Furono molti i personaggi di spicco che si aggirarono per i vari ponti di questo transatlantico...attori, attrici e vip di tutto il mondo presero parte alla traversata più in dell'epoca
dando ancora più stima e prestigio alla navigazione italiana, rendendo, giustamente, l'Andrea Doria il fiore all'occhiello della marina del nostro Paese.
Tanto bella quanto sfortunata quindi questa nave, facendo riferimento a quale sia stato il suo destino finale...
L'Andrea Doria non fu solo un transatlantico, non fu solo una nave di trasporto passeggeri e merci, ma un capolavoro che fece sognare, non solo chi ha avuto l'immensa fortuna di salire a bordo, ma anche chi magari riuscì ad osservarla solo dalla banchina in lontananza, immaginando il lusso e la rarità delle sue opere, gli arredi, le cene, i gala negli immensi saloni...la perfezione!
Tutto, ogni minimo oggetto rese l'Andrea Doria per sempre, "The Beautiful Ship...
La nave bellissima.


SCHEDA TECNICA
Costruttore: Ansaldo, Sestri Ponente di Genova
Armatore: Italia di Navigazione S.p.A.
Varo: 16 giugno 1951
Entrata in servizio: 14 gennaio 1953
Lunghezza: 213 metri
Larghezza: 27,5 metri
Velocità: 23 nodi, massima 26,5 nodi
Capacità: 1241 passeggeri, 580 equipaggio

fine parte 1
                                                                      alla prox da TransatlanticEra

Nessun commento:

Posta un commento